“Amore chiama amore risponde” di Cristiana dalla Zonca

ISBN 9788809783768 collana A 160 pp disponibile in ebook

ISBN 9788809783768
collana A
160 pp
disponibile in ebook

Il giorno del suo rientro a casa, sono tutti in salotto che la aspettano impazienti. I suoi tre figli adolescenti, suo marito, perfino il grasso cane Loki che le corre incontro creando il solito trambusto. Vittoria è lì, sul suo divano, tra i suoi affetti più cari, eppure non li riconosce. Da quando ha perso la memoria, fa di tutto per indovinare chi sono e cosa vogliono, ma il volume troppo alto della radio o il piano della cucina in disordine la tradiscono, ed è chiaro a tutti che la mamma e la donna di prima non ci sono più. Mentre le sedute con la sua algida psicanalista aprono i primi squarci sul passato, Vittoria si aggira per casa spalancando armadi e cassetti per scoprire che la donna che era non le corrisponde per niente: quei maglioncini tutti uguali e dai colori sbiaditi, pacchi di cibo a basso contenuto calorico, il circolo borghese delle amiche dell’aperitivo. Che cosa è diventata? Come uscire dalla gabbia dorata in cui si sente oppressa? Vuole veramente ricordare? “Amore chiama amore risponde” è un romanzo che parla direttamente al cuore. Una testimonianza profonda e bellissima sul vero significato della famiglia, su quanto contino le scelte del passato e sulla grandiosa possibilità di riscegliere in ogni istante cosa vogliamo essere.

Amore chiama amore risponde, edito Giunti 2013, è l’esordio letterario di Cristiana dalla Zonca, Piera (MsLeuconoe) lo ha letto e recensito per voi:

Vittoria è una donna di quarant’anni che subisce un incedente e in questo incidente ne rimane vittima la sua memoria. Non ricorda nulla: non ricorda cosa è successo, non riconosce il volto di suo marito e neppure i suoi figli; è priva di ricordi e si sente smarrita in un mondo che le appare freddo e distante. Guarda le foto di famiglia, osserva i volti dei suoi figli ma nulla viene a galla, la sua mente sembra essere avvolta da una nebbia troppo fitta, che non sembra volersi diradare. Dopo i primi momenti di smarrimento e di panico prende una decisione: vuole conoscersi e conoscere la sua famiglia! Come? Restando da sola a casa, frugando e curiosando tra le sue cose e quelle dei suoi figli. Osserva i suoi vestiti monocromatici e dai colori spenti, rigidi in loro stessi e comincia a conoscere la donna che era. Una donna che ora non le piace più, una donna che non viveva veramente la propria vita. Vorrebbe cambiare ma ha un po’ paura, ha paura di ricordare; ora la domanda sorge spontanea: aver perso la memoria è un bene o un male per il passo che vuole compiere Vittoria?

Possiamo dire che questo romanzo rappresenta un lungo e difficile percorso di crescita: infatti la protagonista evolve pian piano, pagina dopo pagina, facendo le sue esperienze e imparando dai propri errori. Prova a cambiare, affronta la vita e quello che ora le ha imposto, sentendosi stretta tra le braccia protettive dei suoi famigliari che non vuole sentire più addosso poiché vuole cominciare a sentirsi libera ed ad essere indipendente. Continua a leggere…

Leggi un estratto. Visita la pagina facebook del romanzo.

Annunci

Informazioni su Il libro del martedì

Il blog della pagina FB "Il libro del martedì"
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...