“Ombre sul lago” di G. Cocco e A. Magella

ISBN: 9788823502543 collana Narratori della Fenice pagine 316 disponibile in ebook

ISBN: 9788823502543
collana Narratori della Fenice
pagine 316
disponibile in ebook

Ombre sul lago è pubblicato ad aprile 2013 da Guanda editore ed è il primo romanzo della coppia Cocco & Magella, oltre che primo capitolo di una saga investigativa. Il romanzo, di cui potete leggere un’anteprima qui, è già in corso di traduzione in 5 lingue. A questo indirizzo è possibile vedere il booktrailer di presentazione. Il secondo capitolo della serie è già in fase di stampa, e la scrittura del terzo romanzo in fase di completamento.

I due autori saranno ospiti del Libro del Martedì nell’hangout del 19 novembre alle ore 21:00 sul canale youtube libro martedi

Giovanni Cocco è conosciuto dai lettori per essere stato finalista al premio Campiello 2013 con La caduta edito da Nutrimenti (qui la nostra intervista). Esordio per l’autrice Amneris Magella. I due non sono solo coppia di penna, ma anche di vita.

Ombre sul lago è il primo capitolo di una prevista “saga” di vicende che vedono protagonista il commissario Stefania Valenti, una donna che ha superato gli anta, separata, con una figlia, Camilla, di soli undici anni.

L’intera vicenda si snoda nel territorio del lago di Como, passando prima dal capoluogo, poi per la Tremezzina (che in dialetto comasco è chiamata Tremezzena), la parte costiera occidentale del lago di Como molto rinomata per turismo, alberghi, ville, giardini. Non mancano neanche meravigliosi scorci della vicina Svizzera. Siamo ai giorni nostri, ma l’indagine proietterà il lettore anche agli ultimi anni della seconda guerra mondiale.

Come per ogni giallo, è doveroso non dare troppi elementi di trama per non rovinare al lettore dettagli che sono elementi succulenti della storia. Allora mi soffermerò, specialmente, su elementi di analisi dell’opera.

I classici ingredienti per un grande giallo ci sono tutti a partire dal cadavere: “Rinvenuti resti umani durante i lavori di sbancamento per la realizzazione della nuova galleria del valico italo-svizzero di San Primo”. Dagli accertamenti medico-legali risulteranno appartenere ad un giovane uomo, di meno di trent’anni, alto, il cui scheletro verrà rinvenuto supino con un foro di proiettile nel cranio all’interno di una “nevera”  sotto ad una cascina. Nel luogo del ritrovamento anche alcuni oggetti: “Oggetto metallico, oro 18 carati lavorato, peso 4,722 grammi, diametro maggiore 3,5 cm, identificato: manufatto di gioielleria, coperchio di pendente ovale tipo portaritratti a scomparsa.” e un “«oggetto metallico piatto» si era rivelato essere un sottile portasigarette in argento, un po’ ammaccato e schiacciato, ma ancora intatto. All’interno resti di sigarette annerite… Si distinguevano chiaramente, incise in un corsivo semplice ma elegante, le lettere K e D.” Questi ed altri elementi dovranno essere collegati tra loro e l’indagine “della commissaria” Valenti le riserverà delle sorprese e non poche difficoltà quando troverà un sottile filo rosso che lega l’identità del cadavere con la famiglia Cappelletti, ricca e discussa casata della zona. Ma la Valenti non si farà scoraggiare, neppure quando il suo indagare sarà ostacolato da colleghi che temono ripercussioni di un senatore influente rampollo della famiglia Cappelletti. Questa donna persevererà in nome di un intatto senso di giustizia: “Tutti dobbiamo adoperarci per quel ragazzo che è stato ucciso. Gli dobbiamo giustizia, per quanto è nel potere della giustizia terrena”.

Quello che sorprende è lo stile di scrittura. Veloce, efficace, essenziale. Straordinarie e dosate le descrizioni di scorci paesaggistici, personaggi (tanti) appena tratteggiati con tratti fisici o caratteristiche peculiari  che aiutano il lettore a farsene una rappresentazione efficace e non dispersiva. Vi è una grande attenzione per i dettagli del caso,  sapientemente dosati ed introdotti con maestria obbligando il lettore a fare una lettura attenta che lo rende empaticamente partecipe all’indagine, come se fosse proiettato nella scena al fianco del commissario Valenti.  Altro aspetto che mi ha affascinata è  la maniacale precisione della ambientazione. Ho letto il libro segnandomi località, vie, ville, hotel, pasticcerie  o semplici panoramiche come quella che vede Bellagio sulla costa orientale del lago (chiaro riferimento al maestro del romanzo lacustre Andrea Vitali),  sullo sfondo. Mi sono sentita imbottigliata nel traffico descritto, oppure rilassata nel contemplare l’eleganza di una villa storica, e che acquolina i maritozzi della pasticceria Manzoni di Menaggio! Ho pronto un itinerario che ogni lettore, che voglia andare alla scoperta di quei luoghi, sapori e particolari, potrà replicare grazie alla realistica e particolareggiata descrizione degli ambienti.

Le due nature degli autori si fondono alla perfezione. Da una parte abbiamo Giovanni Cocco, con la sua laurea in storia, che ricostruisce scenari delle ultime fasi della seconda guerra mondiale oltre che ambientazione di luoghi citati celebrandone caratteristiche peculiari.  Dall’altra la professione di medico legale di Amneris Magella che dà quei dettagli che rendono veritiera e anche altamente specialistica l’indagine con particolari attinti dalla disciplina forense.

La coppia Cocco-Magella ha tutte le potenzialità per riproporre letteratura noir di pregio come la coppia Fruttero-Lucentini.

Paola

Annunci

Informazioni su Il libro del martedì

Il blog della pagina FB "Il libro del martedì"
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a “Ombre sul lago” di G. Cocco e A. Magella

  1. Pingback: Prossimo Hangout con gli autori | Il Libro del Martedì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...