“L’ombelico di Adamo” di Stefano Tofani

ISBN: 9788860042842 collana Hinc pagine 290 prezzo di copertina 13,00€

ISBN: 9788860042842
collana Hinc
pagine 290
prezzo di copertina 13,00€

L’ombelico di Adamo, edito Perrone 2013, è il primo romanzo di Stefano Tofani. Il sito dedicato al libro è lombelicodiadamo.wordpress.com.
L’autore nasce a Cascina e si laurea all’Università di Pisa in Conservazione dei Beni culturali. Vive a Lucca, dove lavora come webmaster. Con L’ombelico di Adamo vince la prima edizione del premio Villa Torlonia, assegnato da una giuria di cui facevano parte, tra gli altri, Dacia Maraini, Walter Mauro, Ugo Riccarelli e Paolo di Paolo.

Dalla quarta di copertina: “In questa specie di paese, sputato dall’alto in mezzo a quattro montagnole sforacchiate, qualcuno che tira le fila di tutto ci dev’essere per forza. Qualcuno che sappia come funzionano le cose, come gira il mondo, e che ci metta un punto definitivo.”

La recensione è a cura di Marina (thepucetto1)

Trama: Il primo a vederla, in una fredda mattina di fine dicembre, è il barista del paese. Una statua, al centro della piazza, comparsa dal nulla. Che ci fa lì? Chi l’ha messa, e perché? Soprattutto, chi raffigura? Il neonato monumento è quanto mai bizzarro: l’effigiato indossa una mascherina nera e slip maculati, e ha un mappamondo in mano dal quale è stata volontariamente cancellata l’Islanda. Non solo, una volta sfilati gli slip, la statua mostra fiera una particolarità fisica che stuzzica commenti e fantasie, e fa sì che la sua popolarità varchi i confini del paese, fino a quel momento anonimo, e lo scuota da un lungo torpore. Il mistero da bizzarro si fa serio quando tre mesi dopo viene trovato un uomo assassinato, identico alla statua. Le indagini ufficiali, condotte dal maresciallo dei carabinieri, portano a una verità di comodo che dimentica la realtà, fatta di loschi traffici paesani e di una storia d’amore che affonda le sue radici in un passato che riaffiora. Il mistero della statua si ingigantisce e finisce per coinvolgere personaggi, voci e storie che si incrociano in un infinito brulicare: i carabinieri, il sindaco, il barista, il parroco, il tuttologo, la parrucchiera, il netturbino, la restauratrice, il seduttore, i giornalisti. E la caserma, il bar, il municipio, la piazza, sono i luoghi dove si snodano i fatti, e le storie si confondono tra opinioni e ipotesi; dove la realtà si confonde con la fantasia, o meglio con la chiacchiera e il pettegolezzo.

Annunci

Informazioni su Il libro del martedì

Il blog della pagina FB "Il libro del martedì"
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a “L’ombelico di Adamo” di Stefano Tofani

  1. Pingback: Hangout con Stefano Tofani | Il Libro del Martedì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...