Intervista a Guido Conti

Guido ContiGuido Conti è nato nel 1965 a Parma, dove vive e lavora. Dopo i primi racconti apparsi sulla rivista “ClanDestino” è stato scoperto da Pier Vittorio Tondelli, che lo ha pubblicato in Papergang (Transeuropa, 1990). I racconti sono poi confluiti nel volume Il coccodrillo sull’altare (Guanda), che nel 1998 ha vinto il premio Chiara. Tra i suoi romanzi: I cieli di vetro (premio Selezione Campiello 1999, Guanda), Il tramonto sulla pianura (Guanda, 2005) e Le mille bocche della nostra sete (Mondadori, 2010), tradotto in Olanda e Spagna. Da sempre appassionato studioso dell’opera zavattiniana, Guido Conti ha curato la raccolta degli scritti giovanili di Cesare Zavattini, Dite la vostra (Guanda, 2002) e ha scritto Giovannino Guareschi. Biografia di uno scrittore (premio Hemingway per la critica 2008, Rizzoli). Il grande fiume Po: una storia da raccontare, edito Mondadori 2012, è il suo nuovo romanzo, con il quale ha vinto il Premio Carlo Levi 2013

Il Libro del Martedì lo ha incontrato in occasione della presentazione a Vetr’aria Talk il 23 novembre 2013. L’intervista è a cura di Paola

Qui l’intero incontro Vetr’aria Talk

ISBN: 9788804616108 collana Scrittori italiani e stranieri pagine 430 disponibile in ebook

ISBN: 9788804616108
collana Scrittori italiani e stranieri
pagine 430
disponibile in ebook

Un barcaiolo che ha fatto fortuna traghettando le persone da una sponda all’altra quando ancora non esistevano i grandi ponti; una pionieristica repubblica sorta su un’isola in mezzo al fiume; un cacciatore di cadaveri che, all’alba della Liberazione, si muove tra le rive per pescare i corpi dei soldati morti e privarli dei loro ori… Queste sono solo alcune delle vicende straordinarie che affiorano lungo il corso del Po e che Guido Conti ha scelto di andare a recuperare compiendo un vero e proprio viaggio, dalle sorgenti fino al delta. Conti ha risalito il tratto del Monviso che conduce a Pian del Re, dove la scritta “Qui nasce il Po” sancisce solennemente l’inizio del percorso, ha costeggiato il fiume lungo gli argini, ha raccolto curiosità e leggende dalla voce diretta delle persone, ha camminato tra campagne e città raccogliendo aneddoti e facendo rivivere la storia epica di un fiume che ha visto passare gli elefanti di Annibale, i cavalli di Attila, le armi dei Lanzichenecchi e le truppe dei Cacciatori delle Alpi di Garibaldi. Ma soprattutto ha ripercorso la storia della letteratura che è nata sulle sponde del grande fiume attraverso i miti, i volti, i personaggi e le anime che hanno tratto dal Po linfa vitale, ispirazione, energia. Un viaggio lungo il quale rileggere Ovidio, Virgilio, Petrarca, Folengo, Ariosto e insieme tanta narrativa contemporanea, scoprendo itinerari e cortocircuiti del tutto inattesi. Il sito dedicato al romanzo. 

Annunci

Informazioni su Il libro del martedì

Il blog della pagina FB "Il libro del martedì"
Questa voce è stata pubblicata in Interviste all'autore e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...