“Alan Wake” di Rick Burroughs

Multiplayer Edizioni 304 pagine ISBN 9788863551211

ISBN: 9788863551211
pagine 304
Prezzo di copertina 17,90 €

Benvenuti a Bright Falls – un posto apparentemente incantevole!
Un posto perfetto per Alan Wake, uno scrittore di successo di romanzi gialli, e sua moglie, Alice, per rilassarsi qualche settimana. Forse una seconda luna di miele e un modo per sbloccare la crisi creativa dello scrittore.
Ma quando Alice scompare misteriosamente, Wake inizia una disperata ricerca che lo porterà in un inferno inimmaginabile.
Nelle profondità del vicino lago Cauldron, una presenza oscura e malevole si è risvegliata dopo un lungo sonno e sta trasformando i tranquilli abitanti di Bright Falls in assassini senza coscienza. Nascosti nell’ombra, vulnerabili solo alla luce, loro sono Posseduti.
Il viaggio di Alan Wake lo porterà alle origini del mistero e nel profondo della foresta arriverà a conoscere un terribile segreto

Alan Wake (qui il sito ufficiale) è il primo e unico romanzo scritto da Rick Burroughs, basato sul famoso videogioco uscito per xbox qualche anno fa, e pubblicato in Italia da Multiplayer.it Edizioni.
Il protagonista è uno scrittore, vittima del frequente “blocco creativo”, che va in vacanza a Bright Falls insieme alla moglie nella speranza di rilassarsi e riprendere a produrre.

Sin dalle prima pagine l’atmosfera è abbastanza sinistra. I due coniugi, infatti, troveranno lungo il cammino un’auto completamente distrutta ed infilzata da un albero.
Anche la gente appare stravagante. Premonitore è l’incontro con una vecchietta che avviserà Alan del potere della luce. Nella luce infatti tutti possono essere al sicuro. Nemmeno questo però basterà a mettere in guardia il nostro protagonista!
Raggiunto il cottage inizia a litigare con la moglie ed esce da casa per farsi un giretto ma non fa in tempo a tornare che la moglie è già sparita.
Da qui inizia il lungo viaggio di Wake che per ritrovare la moglie smuoverà mari e monti. Per lei attraverserà foreste tutto solo ed ucciderà!

Si tratta di un thriller carino e leggero, che mette curiosità e voglia di continuare a leggere. Affascinanti sono le pagine misteriose che Alan troverà in giro e di cui dovrà ricomporre i pezzi, così come lo è la storia del cottage sul lago che a tratti appare e scompare e tutta la vicenda misteriosa e inquietante che c’è dietro.
Il libro è pieno d’azione, aspettatevi un vero e proprio survival! Se siete appassionati  di zombie o di altre creature dell’orrore qui ne troverete a bizzeffe. Tante infatti saranno le lotte che Alan dovrà vincere prima di arrivare alla sfida finale.

Mi è piaciuto particolarmente questo richiamo all’ancestrale paura del buio ed alla luce come arma per sconfiggerlo; non dico che sia originale, ma da tempo non si vedeva in tv né si leggeva.

Molto commovente è il rapporto d’amicizia che lega Alan e il suo manager (mi ricorda tanto i classici film d’azione americani), che inizialmente sembra un po’ troppo molesto e opportunista ma che successivamente si rivela un aiuto fondamentale per la missione. I due trovano diversi momenti per scherzare…quindi anche nel dramma ci sarà spazio per l’ironia.

Dolce è la storia d’amore e la lotta che Wake intraprende, non solo con i Posseduti, ma anche con le proprie paure per salvarla. E romantico è il finale!

Come dicevo prima, l’atmosfera è cupa, molto horror. Mi ha ricordato quella di Silent Hill a cui sicuramente il gioco si ispira. Poi all’interno del romanzo troviamo tanti altri richiami: il film “Gli uccelli” di Hitchcock – Alan infatti verrà spesso attaccato da stormi di corvi-posseduti -; i romanzi di Stephen King, nel senso che diverse scene descritte ricordano molto le sue atmosfere.

Le cose che ho odiato? La questione della vecchietta che ho citato prima, che improvvisamente scompare dalle scene ed a nessuno viene in mente di chiamarla in causa…magicamente l’idea arriverà verso la fine. Questo particolare sinceramente mi ha lasciata un po’ perplessa.
Poi parliamo della contrapposizione città/campagna…lo stupore nella percezione della differenza tra le due realtà è stato troppo marcato.

Per il resto la scrittura è scorrevole, è un libro che si divora in fretta. E personalmente mi ha messo voglia di giocare XD Se siete curiosi trovate i gameplay su youtube ed anche una miniserie in streaming che fa da prequel.

Vi consiglio di leggere il romanzo e vi lascio con lanteprima  del libro e con il trailer del videogioco.

Alla prossima, Chiara B.

Annunci

Informazioni su Il libro del martedì

Il blog della pagina FB "Il libro del martedì"
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a “Alan Wake” di Rick Burroughs

  1. Pingback: Aggiornamento_Recensioni pubblicate altrove in quest’ultimo periodo ^_^ | °°Saint Erasmus' Place°°

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...