“Taxi Driver” di Elena Arrosi

taxi-driver

ISBN: 9788867753765
Delos Digital
Collana Senza sfumature n. 23
Giugno 2014
pag. 36
prezzo: € 1,99
disponibile in vari formati digitali

Sono due ragazzi giovani Claudia e Riccardo. Si conoscono all’università. Una passione giovanile travolgente che li investe e, in alcuni momenti, li illude che si possa stemperare trasformandosi in amore maturo tra un uomo e una donna che :“condividono, progettano, costruiscono. Creano un legame che, quando c’è, sembra indissolubile. È questa, l’estasi della certezza. Una pausa dalla dissoluzione…“. 

Claudia è pronta per questo passaggio, ma Riccardo no. La tradisce, la ferisce e la abbandona. Si realizza come professionista in giro per il mondo; un ingegnere civile che è incapace, però, di costruirsi un legame affettivo stabile e solido. Per lui Claudia rimane un’ ossessione o l’unica in grado di appagarlo completamente?

Claudia vuole diventare un magistrato, studia legge, ma trasgredisce il suo codice morale ogni volta che viene travolta dalla  passionalità di Riccardo. Solo in quei brevi ed intensi momenti di intimità con lui, le pare che la sua vita sia vissuta con pienezza. Gli incontri si ripetono ed hanno come sfondo una Milano che li ha visti giovani negli anni ’90 e maturi oggi, o una Parigi appena tratteggiata. E’sempre lui che la cerca, la trova, la seduce nuovamente. Suo alleato è quel destino che: “glielo ha riportato davanti agli occhi, con prepotenza. C’era un senso, forse. Le cose umane non hanno un disegno. Le cose umane sono governate dal caso, qualche volta dalla volontà”

Un racconto breve questo della autrice Elena Arrosi ( n.23 della collana Senza Sfumature di Delos Digital Edizioni) che mi ha sorpreso.  Difficile scrivere del genere erotico. Spesso lo si declassa, ma necessita di grande abilità non solo narrative. Infatti è un attimo sfociare nel pornografico, nel banale o mettere in scena una goffa e fantasiosa parodia di un classico Kamasutra.

L’autrice riesce, da una storia d’amore comune, a costruire un valido e realistico racconto erotico creando una tensione narrativa,  efficace con il lettore, mettendo in atto una sorta di seduzione psicologica. Ottima anche la caratterizzazione dei personaggi, sia quello maschile che femminile. Come autrice non rimane asettica, narrazione ed interrogativi relativi all’amore e al suo significato assumono prevalentemente una veste femminile. Tuttavia è ben messa in evidenza “l’essenza dell’amare maschile” fatto di insofferenza, desiderio e possesso.

Splendido lo stile della autrice, che dimostra di possedere bene tutti gli strumenti di scrittura che le consentono di poter spaziare, a mio parere, in qualsiasi genere letterario. Efficace in particolar modo il fraseggio breve, quasi secco per evidenziare i momenti di maggior pathos. Lo stesso fraseggio che si dilata nei passaggi descrittivi con delle piccole metafore in grado di sorprendere: ““Le parole sono come fili elettrici sospesi nell’aria, tra i tralicci”.

Un racconto che si propone di dare una risposta alla più antica delle domande: “che cos’è l’amore?” Una “questione” di cuore o di pancia?

Consiglio la lettura di questo racconto e concludo con un passaggio che mi è piaciuto in modo particolare: “…Restare nella bolla per ore e ore, nella realtà di lui, in carne e ossa, davanti a lei. Non solo un pensiero. Non solo un sogno agitato, di notte. Non più il dolore acuto dell’assenza. In carne e ossa, lì, ora”.

Recensione a cura di Christian Lamberti (Ludusinweb)

 

Note biografiche dell’autrice:

Laureata in Lettere, precisamente in Linguistica, disciplina ostica e sublime, Elena Arrosi vive e lavora in Francia dal 2011. Milanese di adozione e sentimenti, giornalista, da sempre appassionata di scrittura, ha sperimentato vari generi letterari. È stata per otto anni redattrice di una rivista mensile, lavorando occasionalmente come editor, copywriter, insegnante di italiano, consulente per la comunicazione. Dopo i viaggi, il cinema, i vini rossi piemontesi, i gruppi rock e pop degli anni ’90 (gli anni del liceo), la sua grande passione è l’enigmistica, rientrando nella categoria “solutori più che abili”. È quasi imbattibile a Scrabble, gioco che pratica quasi ossessivamente in tre lingue, specie online. Nata alla fine degli anni ’70 sotto il segno dei Gemelli, ascendente Vergine, mutevole e pignola, ne esprime in pieno tutti i pregi e i difetti

 

 

 

Annunci

Informazioni su Il libro del martedì

Il blog della pagina FB "Il libro del martedì"
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...