“Una piccola libreria a Parigi” di Nina George

una-piccola-libreria-parigi

ISBN: 978882005647
Sperling & Kupfer Collana: Pandora
Trad. V. Rancati
Pagine 308
disponibile in eBook

Amore, libri e misteri

E come potrebbe essere altrimenti se fin dalle prime pagine appaiono elementi intriganti, carichi di mistero: una stanza segreta, il cui ingresso è nascosto dietro uno scaffale di libri, una stanza color lavanda (un colore ed un profumo che porterà al compimento del destino del protagonista….) che conserva ancora il profumo del ricordo di un amore lontano; una lettera ricevuta e mai aperta; una donna in fuga dal suo passato deludente e da un ex traditore e fedifrago; una pianista depressa; uno scrittore affetto da un blocco creativo; ma soprattutto lui, il protagonista, un libraio burbero e solitario che vive da solo al civico 27 di Rue Montagnard in un palazzo abitato da molti inquilini problematici che lui cera di aiutare attraverso i libri. Inutile dire che ricorda molto la Renée Michel sfortunata portinaia del numero 7 di rue Grenelle (Muriel Barbery presente almeno quanto Nicolas Barreau…). Compartecipa, come protagonista ex machina, una libreria galleggiante ancorata sulle rive della Senna.

Con queste premesse si apre Una piccola libreria a Parigi, il nuovo romanzo della pluri-premiata scrittrice tedesca Nina George, già conosciuta in tutto il mondo e tradotta in oltre venti paesi.

La trama è semplice, prosa scorrevole e senza pretese, buona anche la traduzione. Forse all’inizio ci sembra perfino di averlo già letto, questo libro. Probabilmente l’ambientazione parigina gioca da padrona e scava nei ricordi di noi lettori di romanzi contemporanei (Barreau, va detto, sembra spuntare da un momento all’altro a fare un gioco a quattro mani con la George…ma si sa, siamo a Parigi, e le suggestioni sono inevitabilmente fin troppe) oppure l’evocazione di citazioni di romanzi più o meno noti? Fatemi sapere…

La prosa prende, la trama non entusiasma il lettore più esperto, ma fa compagnia.

Monsieur Perdu è il proprietario de ‘La farmacia letteraria’, una originalissima libreria galleggiante, ancorata nel porticciolo degli Champs-Élysées. Lui non si limita a vendere tomi di carta ma allevia le pene dell’anima dei suoi clienti. «Volevo dedicarmi a quegli stati d’animo che non hanno lo status di malattia e che i dottori non degnano di attenzione. Tutte queste timide emozioni, i moti interiori, a cui nessun terapeuta si interessa perché probabilmente troppo piccoli e incomprensibili…». E’ un uomo solitario, burbero, che nasconde nel cuore il peso di un grande segreto; consiglia storie, perché ogni cliente ha bisogno di un certo titolo, non dell’ultima uscita in classifica, ma di una storia adatta al proprio stato d’animo, che sappia toccare il profondo e muovere emozioni. Profondo conoscitore dell’animo umano, Perdu sa che « i libri proteggono dalla stupidità, dalla falsa speranza, dagli uomini bugiardi. Li ricoprono di amore, forza e conoscenza. E’ vita che viene da dentro».

Leggere questa storia, alla fine commovente e delicata, ci farà fare pace con noi stessi, ci farà piangere un po’, versare quelle lacrime di com-passione e dolcezza per una storia fuori dal tempo, un libro che parla di libri, di amore, che tinge di speranza la quotidianità.

E siccome Perdu «utilizza orecchie, occhi, istinto; è in grado di riconoscere di che cosa ha bisogno l’anima, come se gli parlasse. Può rilevare dal linguaggio corporeo, dal portamento, dai movimenti, dai gesti, cosa vi affligge o schiaccia. Vede attraverso la maschera dietro cui si nascondono in molti. Riesce a capire tutto ciò che li preoccupa, quello che sognano, quello che gli manca»…è probabile che sappia aiutare anche voi, seppure per il tempo piacevolmente fugace che gli dedicherete leggendo questo libro.

Recensione a cura di Maria Cristina Famiglietti

Annunci

Informazioni su Il libro del martedì

Il blog della pagina FB "Il libro del martedì"
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...