“Olga di carta” di Elisabetta Gnone

10656333_953307311405758_1947468376_n

Narrativa generale – Salani Editore – 304 pagine – Prezzo 14,50 euro

 

“Olga di carta” di Elisabetta Gnone (Salani Editore, novembre 2015), con sottotitolo “Il viaggio straordinario”, è il classico esempio di come un viaggio sia fantastico per il suo cammino, indipendentemente dalla meta che si intende raggiungere. È un processo di crescita che porta ad un apprezzamento delle proprie capacità e ad un’accettazione di sé. Quello che si presenta come un romanzo per bambini, scritto da un’autrice che ha al suo attivo una collaborazione col popolarissimo settimanale “Topolino”, si rivela lungimirante anche per gli adulti.

L’opera potrebbe essere concepita come una favola moderna, in cui una storia irreale prende vita dalla trama stessa. Una “storia nella storia”, quindi. La protagonista è alla ricerca di “normalità”, ma si renderà conto di quanto sia bello e prezioso essere se stessi e sapersi accettare per quello che realmente si è.

Olga Papel è una bambina di corporatura esile e dalla fantasia fervida. Ha il dono di saper raccontare storie fantastiche, in grado di affascinare sia grandi che piccini.

“Tutti sapevano che Olga amava raccontare bene le sue storie oppure non le raccontava affatto, e quando la giovane Papel attaccava un nuovo racconto, la gente si metteva ad ascoltare.”

C’è chi pensa che queste avventure siano vere; altri invece non ci credono ma sperano ugualmente che la bambina continui a raccontarle. Popolate da personaggi surreali, esse incarnano tutte le paure che hanno i bambini, e quindi, in sé, anche la capacità di esorcizzarle.

Per consolare il suo amico Bruco, un bambino dal carattere fragile ed insicuro preso di mira da alcuni bulli che lo deridono, Olga gli racconta di una bambina di carta, sua omonima, che dal villaggio dove risiede intraprende un lungo viaggio, al fine di essere trasformata dalla maga Ausolia in un essere in carne ed ossa. Finalmente sarà come tutti gli altri bambini, senza doversi sempre preoccupare per ogni piccolo imprevisto, a causa del suo corpo estremamente fragile.

Durante il cammino, Olga incontrerà dei bizzarri personaggi – un venditore di tracce; un tasso parlante; un bambino che vive su una mongolfiera, per citarne alcuni – e vivrà mille pericoli, rischiando di perdersi e venendo “adottata” da un circo.

Le persone con le quali interagisce, daranno alla bambina dei preziosi consigli, facendole capire quali siano nella vita le cose davvero importanti.

Attraverso la storia di Olga, anche Bruco saprà scoprire le peculiarità che lo rendono “speciale”, evitando di dare ascolto a quei bulli che invece minano la sua autostima. Le differenze fra le persone sono un valore aggiunto, che quindi dovrebbero unire anziché dividere.

Realtà e fantasia si mescolano, così come capita nelle favole vissute dai bambini nei sogni, e non si sa, in questo libro, quanto l’una abbia “regalato” all’altra.

Lo stile dell’autrice è tenero, a tratti “magico”, e sa tenere alta l’attenzione del lettore.

“Sarà” aveva borbottato la nonna. “Intanto dalle da mangiare, è sottile come una foglia di mais. E per il nome?”

“Olga” aveva sussurrato la madre baciando la figlia, “un nome cicciotto per il mio foglietto di carta.”

Così come è stato per Pinocchio e per Alice, anche Olga si meraviglia di quante cose sia riuscita a fare da sola, e forse non vorrà ritornare sui suoi passi.

“Olga di carta. Il viaggio straordinario” è davvero un bel libro, la cui lettura è indicata per i bambini a partire dal decimo anno di età. Io consiglio di leggerlo anche agli adulti, perché non è mai troppo tardi per imparare qualcosa di sé.

 

Recensione a cura della scrittrice e critica letteraria Cristina Biolcati

 

Annunci

Informazioni su Il libro del martedì

Il blog della pagina FB "Il libro del martedì"
Questa voce è stata pubblicata in Recensioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...